CAPOLIVERI LEGEND: L’EVENTO DI MAGGIO!

Non è una gara come le altre, è una “Manifestazione Evento” unica per la sua location, per l’incredibile percorso tecnico e panoramico (un interminabile “cross country vista mare” con lunghissimi e divertenti single trek) e per la voglia di compagnia che si respira per le strade di Capoliveri, un evento “gestito” da un numero indefinito di persone sorridenti che hanno saputo migliorarsi di anno in anno raggiungendo quasi la perfezione (migliorabile la consegna numeri e pacchi gara).

Molti i varesini al via in rappresentanza di quasi tutti i Team della Provincia, noi del Bicitime siamo stati i più numerosi ma tanti erano anche gli amici dell’MTB San Martino e del Team Vares8tto così come non era difficile incrociare “maglie” del GS Prealpino, del Martica Bike e di tanti bikers affezionati al Gran Prix Valli Varesine… è stato un lungo week end di festa “famigliare” con la presenza di mogli e compagne ma non solo (Andrea e Valentina hanno “svezzato” il bellissimo e bravissimo Federico di circa 4 mesi), il meteo ci ha “graziato” ed i più temerari ne hanno approfittato per fare anche il primo bagno di stagione!

In queste occasioni la prestazione atletica dei singoli passa in secondo piano ma non si possono non fare i complimenti a Mauro (Milani) che pur non gareggiando quasi mai (non correva dalla gara di Laveno dell’anno scorso) quando si presenta al via è garanzia di risultato, ieri spettacolare 7° posto tra i Master 5 con il “tempone” di 4:48:51 per completare gli 80 km con 3200 metri di dislivello; complimenti doverosi anche per Maryann autrice di una prestazione fantastica che l’ha vista chiudere 5^ di categoria  in 5:39:27.

Grandi prestazioni da Renato (Lucherini), Angelo (Riccardi) e Daniele (Lucioni) che hanno abbassato notevolmente il proprio tempo rispetto all’edizione 2018 così come grande è stato Luca Miglio che alla sua prima esperienza ha chiuso in poco più di 6 ore; ma i complimenti più “pieni” vanno ad Ivan Zanoni, dopo il brutto incidente nell’edizione 2018 che lo ha costretto a stare senza bici per 4 mesi e ad interminabili cure si è preso la rivincita “portandola a casa” con un fantastico 6:10:56! Grandi comunque tutti, a Capoliveri tagliare il traguardo non è “scontato” (nemmeno sul percorso “Classic”) e per chi non ce l’ha fatta la sfida è rimandata all’anno prossimo.

Con un evento così passano in secondo piano le altre manifestazioni ma è giusto fare i complimenti anche a Gianni (Disca) e Marco (Stefanoni) che hanno difeso onorevolmente “i nostri colori” alla storica Boschilonga del Circuito dei Parchi ed a Renato (Valentini) che si è “cimentato” con la BDC alla Gran Fondo Marcello Bergamo chiudendo con l’ottimo tempo di circa 4 ore e mezza i 173 km per circa 2350 metri di dislivello del percorso “lungo”.

I commenti sono chiusi.